Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner premendo il tasto "ACCETTA" acconsenti all'uso dei cookie.

Alzheimer e Stimolazione Cognitiva domiciliare

GIORNATA MONDIALE DELL’ALZHEIMER

Demenza di Alzheimer e Stimolazione Cognitiva domiciliare

(Tempo di lettura: 3 minuti)

Il 21 settembre 2019, si celebra la XXVI Giornata Mondiale dell’Alzheimer. Per questa occasione, anche l’Associazione IN-Verso vuole ricordare e sottolineare l’importanza della prevenzione, dove possibile, e della cura di una delle malattie più frequentemente associate all’invecchiamento.

Negli ultimi decenni, infatti, si è assistito ad un significativo incremento dell’età media della popolazione e, di conseguenza, della popolazione anziana. In associazione a questo fenomeno, si è assistito anche ad un significativo aumento della presenza di demenze e in particolare della demenza di Alzheimer.

La Demenza di Alzheimer è considerata una sindrome che provoca un decadimento cognitivo prima di tutto nell’area della memoria e, inoltre, in quelle del linguaggio, dell’orientamento e dell’attenzione.

A ciò spesso si può accompagnare una compromissione in ambiti quotidiani e in quelli relazionali, sociali e familiari dell’individuo, con possibili cambiamenti del comportamento.

Se da una parte, spesso, tali problematiche sono viste dalle persone affette da demenza o dai loro familiari come motivo di vergogna e conseguente isolamento sociale, dall’altra si tratta, invece, di situazioni molto comuni, di cui è importante e possibile prendersi cura, e rispetto alle quali la creazione di una rete di supporto e condivisione può avere significativi effetti positivi.

Discipline quali le neuroscienze e la neurobiologia hanno infatti sottolineato come anche il cervello dell’anziano possieda una plasticità, attraverso la quale è possibile apportare dei miglioramenti nelle aree colpite dalla malattia.

La Stimolazione Cognitiva nella Demenza: una palestra per il cervello

In virtù di quanto detto, la stimolazione cognitiva si propone come un intervento volto al benessere complessivo della persona per incrementare la riattivazione delle competenze residue e rallentarne la perdita progressiva.

La Stimolazione Cognitiva utilizza tecniche ed interventi mirati e differenziati col fine ultimo di massimizzare le funzioni residue dell’individuo, impiegando tutte le risorse disponibili per mantenere il più possibile l’autonomia individuale.

Il servizio domiciliare di In-Verso è rivolto a persone affette da demenze, con lo scopo di prendersi cura degli interessati presso il proprio domicilio, rimuovendo gli ostacoli del doversi confrontare con ambienti nuovi e valorizzando le risorse della propria abitazione, tramite interventi altamente specializzati effettuati da personale formato.

L’intervento ha inoltre la funzione di mantenere le capacità residue degli utenti e contrastare l’impoverimento cognitivo e relazionale che la demenza può indurre. Per rispondere nel modo più adeguato possibile ai bisogni di anziani e caregiver, con la valutazione multidimensionale viene elaborato un piano assistenziale personalizzato che prenda in considerazione sia aspetti cognitivi che psicologici ed emotivi della persona e del suo sistema familiare .

In ultima analisi, la Stimolazione Cognitiva domiciliare si configura come un intervento finalizzato al benessere complessivo della persona con la finalità di incrementarne il più possibile il coinvolgimento in compiti che mirano alla riattivazione delle competenze residue e al rallentamento della perdita delle funzioni colpite dalla demenza.


Articolo redatto dal Dott. Gianmarco Tessari (21/09/2019)

Contatta Psicologo Roma

Aiuto Psicologico

Per info o Appuntamenti chiama o compila il modulo, ti risponderemo al più presto

  • 06 92 94 62 45 per lasciare un messaggio con il vostro recapito in segreteria (h24) ed essere richiamati al più presto.
  • 389 94 11 777 per parlare con un professionista dal lun. al ven. (ore 10,00-14,00)

L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.